Copyright© 1996 Oreobambo



" Nei diari di bordo e nelle cronache di navigazione dei secoli scorsi si legge che, durante le lunghe traversate oceaniche, i naviganti talvolta testimoniavano un fenomeno notturno stupefacente e meraviglioso.
Improvvisamente il mare diveniva luminoso, dagli abissi più oscuri nasceva una luce che avviluppava i velieri e li trasportava in un mondo di sogno. Oggi conosciamo il responsabile di quel miracolo: un protozoo bioluminescente della grandezza di 1 millimetro chiamato Noctiluca Scintillans.
Sospesi in un buio totale, i dinoflagellati scintillano nel più assoluto silenzio. E dagli stessi abissi profondi sembrano scaturire le note della musica di Oreo Bambo, circondate dallo stesso silenzio."

"Nell'antichità "il musicista" era un fenomeno spontaneo e naturale; uno sciamano nato e non un artista o uno studioso; un essere isolato, un intermediario tra il mondo degli uomini ed il mondo degli spiriti grazie alle armonie sonore che riusciva a produrre."

Maria Capaldi




"Musica pura, la più pura che io conosca. Non c'è spazio per stili, per scuole o influenze di alcun tipo. Uno specchio che non riflette nulla, e tutto questo è meraviglioso.
Quello che mi accade ascoltandola è che mi ritrovo a seguire quel suono e non so dove mi porta, non so dove vado o dove sono, ma è tutto così puro e profondo che rimango affascinato. Non ci sono più i percorsi familiari, non c'è più il pensiero musicale che conosco, quello che di solito viene insegnato o che viene comunque usato e abusato nelle solite maniere, ma l'unica immagine che mi viene è il mare dell'astratto, mi sembra di sognare.
Solo Piano di Oreobambo è sicuramente un momento tra i più puliti e puri nel magma di quelli che mi accade di percorrere."

Matteo della Rovere




"Tutti questi elementi vengono proposti e sviluppati al di fuori ed al di là di qualsiasi regola ortodossa dell'armonia tonale e delle modalità bipolari glissando a pié pari anche l'elemento dodecafonico. (...)"

"(...) Oreobambo ha scritto musica che non consente di agire un "sistema critico" radicato nella cultura musicale che ha permeato - fino ad ora - la nostra civiltà."

"A mio parere questa musica non ha quasi nulla di fisico eppure raffigura in modo "dinamico" i mutamenti della materia, non la si può dire umana eppure è sorretta da una forza poetica assai intensa: essa sembra provenire da altri mondi che ci osservano e vogliono, con questi suoni, stabilire un "ponte" con noi.
Ascoltiamo suoni che trovano effimero transito nel corpo e nelle mani dell'esecutore (Oreobambo stesso) per poi dileguarsi e fondersi in un tutto indefinibile. Oserei definirla musica Siderale."

Riccardo Piccirilli


















EM Productions Web Site
All Photographs and Music Copyright ©1996/2022 Oreobambo
Web site design and information - Copyright 1996/2022 EM Productions
All rights reserved. Reproduction in whole or in part is strictly prohibited without express written permission of the copyright holders
.